Lerici tra Natura e Cultura

  • di Gino Cabano

 

L’uniauser il 10 maggio 2015, ha organizzato con l’Unione Sportiva Tellaro e Legambiente Lerici, una passeggiata guidata, accessibile a persone di ogni età, con pranzo al sacco tra la natura e la storia  nei luoghi più “sconosciuti” del nostro territorio. Un vero e proprio rendez-vous con  partenza da Tellaro alle ore 9.30 e salita a  piedi a Barbazzano, mentre, per chi  ha voluto partire da Lerici, alle ore 9.00 la possibilità del pulman di linea (Lerici- Montemarcello) con fermata alla Serra ; da li, direttamente a Barbazzano.Un altro gruppo partiva da Zanego dove avvenne il primo parlamento tra gli uomini del distretto di Ameglia e Barbazzano; un  avvenimento un po diverso dal solito, una scampagnata dove si è parleto di storia, di erbe e di tradizioni cercando di estraniarsi per qualche ora dalla brutalità del quotidiano che ci circonda. Da  barbazzano, uniti i gruppi, percorrendo il sentiero per la fonte e il mulino di Capodacqua, si è raggiunto Portesone. Di questi luoghi si è ricordata la storia e le leggende. Da lì il gruppo ha potuto dividersi e mentre una parte e discesa  a Tellaro,  l’altra si è diretta a Lerici attraversando Verazzano  lungo le vie della storia. Un percorso facile e contenuto, dove si sono visti anche alcuni “cavanei” per allargare gli argomenti di discussione.

 

 

 

OSTEOPOROSI - Rivitalizziamo le Ossa

Sabato 16 Maggio ore 15:00 presso AUSER ARCA Lerici - Via Gerini 40

  • Relatrice:Dott.ssa Anna Maria Venturini (Scienze motorie): Prevenire e controllare l’osteoporosi attraverso il movimento consapevole
  • Relatori: Valentina e Dario Cecchini Manager FLP: La giusta integrazione per rinforzare le ossa


  • Info: 3389478984 Pina, incaricata FLP
  • Info e prenotazione lezione gratuita : dott.ssa Venturini 3382511166

Vedi il programma completo (pdf)



L'osteoporosi è insidiosa, agisce di sorpresa ed avanza in silenzio, approfittando degli "errori" di una vita. Simile ad un tarlo invisibile, aggredisce le ossa rendendole vulnerabili e fragili, con conseguenze devastanti e spesso invalidanti. Alimentazione, età avanzata e pigrizia sono le peggiori nemiche delle ossa.
La prevenzione dell'osteoporosi riguarda un insieme di suggerimenti inerenti le abitudini e lo stile di vita. Si tratta di opportuni accorgimenti utili alla TUTELA della salute nei confronti di una patologia fortemente invalidante.I passi chiave che si dovrebbero perseguire a tutte le età per ottenere una valida prevenzione dell'osteoporosi possono essere così riassunti:
1. seguire una dieta bilanciata ricca di calcio e vitamina D
2. praticare esercizio fisico in relazione al peso corporeo
3. seguire stili di vita sani (senza alcol né fumo né droghe)
4. e, quando appropriato, eseguire esami per definire la densità minerale ossea ed eventualmente sottoporsi alle terapie del caso.

OsteoporosiPer la prevenzione dell'osteoporosi è altresì opportuno considerare che ad ogni età corrispondono raccomandazioni specifiche. Nei bambini e negli adolescenti è fondamentale garantire una dieta ricca di calcio, un'adeguata sintesi (ed apporto esogeno) di vitamina D, la pratica di attività fisica regolare ed il monitoraggio del bilancio ormonale.
Negli adulti e negli anziani invece, oltre ad assicurare calcio e vit. D, è fondamentale che non si verifichino abusi di: alcol, tabagismo e caffeina.

IMPORTANZA ATTIVITÀ' FISICA:
La dott.ssa Venturini laureata in scienze motorie e specializzata nella tecnica “Bones for Life” (Ossa per la vita®) illustrerà il programma del Metodo Feldenkrais per stimolare la rigenerazione del tessuto osseo attraverso il movimento naturale e il miglioramento della postura,
L'attività motoria intelligente permette infatti allo scheletro di mantenere, fino all'età avanzata, una buona capacità di adattamento funzionale e strutturale, con conseguente prevenzione di mal di schiena, precoci atrofie ossee, osteoporosi involutive, cedimenti vertebrali.
Coloro che desiderano previa prenotazione potranno usufruire di una lezione gratuita presso la Palestrina.

INTEGRARE IN MANIERA CORRETTA:
Specie tra gli anziani spesso si riscontra una carenza di vitamina D fondamentale per fissare il calcio nelle ossa. Il metodo più semplice ed economico di procurarsi della vitamina D è semplicemente quello di esporsi al sole (almeno viso e braccia) per circa 20 minuti ogni giorno, o per periodi più lunghi nel corso della bella stagione in modo da fare il pieno di questa vitamina. Esiste anche qualche alimento che contiene vitamina D (ad esempio pesce e uova), ma in alcuni casi potrebbe essere necessario, soprattutto in persone di una certa età, supplire alla scarsità di vitamina D e calcio con degli integratori specifici consigliati da Valentina e Dario Manager dell'azienda FLP.

 


Osteoporosi

Linee guida per la prevenzione

Informazioni aggiuntive